LA CASA DELLA VITA

Breve storia della Maternità presso il Dispensario

delle Suore del SS. Natale di Koutiala

La “Maternità” è nata su richiesta della popolazione di Koutiala. Già nel 1986 quando il sindaco di Koutiala aveva concesso il terreno a Monsignor Jean Marie Cissé – Vescovo di Sikassò – il suo desiderio e il suo augurio era di avere una maternità per le donne di Koutiala e dei villaggi circostanti. Più tardi, la popolazione stessa chiese di avere una maternità vicino al dispensario e al centro nutrizionale già esistenti.

La situazione delle mamme in attesa era tragica. Poiché l’ospedale non offriva l’assistenza adeguata, la maggior parte delle donne, soprattutto dei villaggi, preferiva partorire in casa. Di conseguenza, la mortalità di mamma e bambino era molto alta a causa della mancanza di igiene e delle attrezzature adatte, con relative infezioni, emorragie, ecc. Nel febbraio 2003 la maternità viene costruita da Volontari del gruppo Mali-Gavardo, e il 23 novembre 2003 essa apre le sue porte alle donne, ma sarà nel gennaio 2004 che il funzionamento sarà attivo a tutti gli effetti.

La maternità ha lo scopo di assistere le donne in gravidanza, senza distinzioni di razza e di religione, fino al parto, di donare loro le condizioni affinché esse possano essere accolte, accompagnate e curate con tutta dignità. Essa fa parte del blocco del dispensario cattolico, nella città di Koutiala nella Diocesi di Sikasso, appartenente alla Congregazione delle Suore del SS. Natale ed è gestita dalle suore stesse. Il Centro sanitario, dove risiede la maternità, è situato a 2 km dal centro di referenza (l’ospedale) nel quartiere di Darsalam 1. Copre una popolazione di 39.375 abitanti suddivisi in 5 quartieri (Koko, Darsalam 1, Darsalam 2, Nangosso, Moussabougou).

Le principali etnie sono: Bambara, Minianka, Peulhs, Bobo, Sourai, etc.

Le religioni più praticate sono: Islam, Cristianesimo e Religioni tradizionali.

Il personale – Il servizio è assicurato da un medico e da 9 donne: 5 matrone, 1 infermiera ostetrica, 1 ostetrica professionale, 2 donne per le pulizie e  la suora direttrice dell’opera.

Le attività della maternità – Dal lunedì al venerdì: le consulenze prenatali, le consultazioni dopo il parto e la sorveglianza al neonato. I parti sono tutti i giorni e ventiquattro ore su ventiquattro e il giovedì è riservato per l’atto di nascita. La permanenza di guardia è assicurata ogni giorno.

Oggi possiamo dire che la maternità ha raggiunto i suoi obiettivi attraverso l’aiuto e il servizio che essa offre alle mamme, specialmente alle più bisognose. Offre i suoi servizi in diversi villaggi per dare la possibilità a più donne di avere accesso alle consultazioni prenatali.

DIFFICOLTA' Insufficienza di personale competente, considerato il grande numero delle donne e delle molteplici attività; l’aspetto linguistico (per le diverse lingue locali); difficoltà (anche finanziarie a garantire tutto l’insieme degli esami complementari per le consultazioni pre-natali, perché la maggior parte delle donne non ha i mezzi economici per farsi carico del Kit per la maternità e ciò rende difficile il compito delle infermiere

PROGETTI CHE CI FANNO SOGNARE Sensibilizzare molto i villaggi nelle strategie avanzate (formazione pre-natale, controllo periodico alle mamme gravide, seguirle prima e dopo il parto); rinforzare le strategie avanzate già in atto; formare una ostetrica per la maternità; se fosse possibile, avere un ginecologo.

Sr. Gobou Marceline e Suore del SS. Natale – Koutiala

(dal Notiziario dell’Ordine)




DOVE OPERIAMO


 BURKINA FASO 

  MALI 

 COSTA D'AVORIO 

 ECUADOR 

 PERU' 

 ITALIA 

DONAZIONI

ARTABAN

CONTATTO

Clicca qui sotto


oppure scrivi a:

info@artaban-onlus.org

SEGUICI