Costa d'Avorio


UN OSPEDALE ALL’AVANGUARDIA GESTITO DAI CAMILLIANI

Fu fortemente voluto da Giovanni Paolo II per dare un aiuto concreto ai fratelli più bisognosi Un ospedale modernissimo, che entro breve potrà offrire tutte le specialità medico-chirurgiche ed attrezzature avanzatissime.

La direzione e la gestione sono affidate ai padri Camilliani, ai quali Artaban Onlus ha dato la propria disponibilità per l’invio di volontari e materiali. Il nosocomio è dedicato a San Giovanni Moscati si trova nella capitale Yamoussoukro, posta a circa 250 km da Abidjan. Proprio a fianco della celebre Basilica di Nostra Signora della Pace, la più grande del mondo, costruita tra il 1985 ed il 1989 sul modello della Basilica di San Pietro e poi consacrata da Papa Giovanni Paolo II il 10 settembre 1990, a condizione che accanto ad essa fosse edificato un  ospedale, appunto, “per riunire nello stesso luogo – disse Sua Santità nel corso dell’omelia inaugurale - l’assemblea di fede e il servizio concreto ai fratelli”.


Proprio a fianco della celebre Basilica di Nostra Signora della Pace, la più grande del mondo, costruita tra il 1985 ed il 1989 sul modello della Basilica di San Pietro e poi consacrata da Papa Giovanni Paolo II il 10 settembre 1990, a condizione che accanto ad essa fosse edificato un  ospedale, appunto, “per riunire nello stesso luogo – disse Sua Santità nel corso dell’omelia inaugurale - l’assemblea di fede e il servizio concreto ai fratelli”. Dopo alterne vicende – dovute in parte anche alla situazione socio-politica – le attività medico-sanitarie sono pronte a decollare, seppur gradualmente: i primi reparti a prendere l’avvio sono presumibilmente il Day hospital, Ostetricia e Pediatria, il Laboratorio di analisi, la Farmacia e la Radiologia; altri reparti hanno già le necessarie dotazioni, ma per raggiungere il pieno regime ci vorranno ancora un anno o due. A dirigere il “San Giovanni Moscati” di Yamoussoukro è stato chiamato p. Serge HOUSOU, affiancato dai confratelli p. Georges Nabollé (Economo, nostro amico da lunga data, in quanto precedentemente in forza al San Camillo di Nanoro), p. Joël Laleye (Direttore del Personale e Superiore della Comunità) e Fr. Camille Lagware (Direttore delle cure infermieristiche e ostetriche). Nell’immediato, saranno coadiuvati da alcune suore della Congregazione delle Ministre degli Infermi di S. Camillo, oltre che da personale medico ed infermieristico laico




Giuseppe Moscati è un giovane medico vissuto a cavallo tra la fine dell'800 e gli inizi del '900. Egli si impone senza volerlo, all'attenzione di colleghi e pazienti per la sua illuminata competenza professionale e per la dedizione incondizionata al mondo della medicina. È chiamato «il secondo Cardarelli» che era ritenuto il luminare della medicina partenopea del Novecento. Una vita, quella di Moscati, dedicata completamente al servizio degli ammalati e alla ricerca scientifica. Sensibile ai bisogni dei poveri, parte dei suoi guadagni erano destinati ai pazienti più indigenti in modo discreto e anonimo. La sua vita di grande fede e la scelta di celibato potenziarono la dedizione incondizionata a questi ideali altamente umanitari ed evangelici. Alla sua morte, che arrivò prematura in un fisico fiaccato dal lavoro intenso, i colleghi paragonarono la sua professione medica a «un sacerdozio e un apostolato».Nel 1987 è stato canonizzato da Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro.



DOVE OPERIAMO


 BURKINA FASO 

  MALI 

 COSTA D'AVORIO 

 ECUADOR 

 PERU' 

 ITALIA 

DONAZIONI

ARTABAN

CONTATTO

Clicca qui sotto


oppure scrivi a:

info@artaban-onlus.org

SEGUICI