CMA Nanoro


Le prime frequentazioni di alcuni di noi, allora non ancora sotto l’egida di ARTABAN Onlus, con l’ospedale “Saint Camille” di Nanoro risalgono a oltre quindici anni or sono (era il mese di dicembre 1998), all’epoca diretto dal compianto Padre Gilbert Compaoré, perito in un drammatico incidente d’auto all’inizio del 2007 .

Eravamo giunti in quel villaggio del Burkina Faso grazie a fr. Albino Vezzoli dei Fratelli della Sacra Famiglia ed al loro Centro di Azione Missionaria, che allora come oggi vi organizza campi di lavora e di sensibilizzazione.

Di quei primi anni con la “Sa.Fa.”, ricordiamo ancora i lavori all’interno della scuola elementare; la realizzazione di una enorme cisterna interrata, in cemento armato, per non sprecare l’acqua di un pozzo lì vicino; la sopraelevazione della Comunità dei Fratelli, anche per ospitare più confortevolmente i volontari; ecc.

Nei ritagli di tempo andavamo con Fr. Albino al CREN – il Centro per bambini malnutriti – del vicino ospedale che appartiene ora ai Ministri degli Infermi, meglio noti come Religiosi Camilliani. Ma che – in un’epoca neppure troppo lontana, nel 1992 – era nato come piccolo dispensario per bambini e mamme, creato proprio dai Fratelli della Sacra Famiglia, per sopperire alla mancanza di una qualsiasi struttura sanitaria, e poi trasferito in dono ai Camilliani.

Fratel Albino andava lì, portava aiuti economici e materiali, fotografava i bambini, specie i più malridotti, per cercare poi in Italia “padrini e madrine” cui chiedere un sostegno a distanza concreto e continuativo. Per curarli, per farli studiare, per aiutarli a crescere, per sostenere le loro famiglie…

Ora, l’ospedale “Saint Camille” di Nanoro - trasformato in CMA-Centre Médicale avec Antenne Chirurgicale nel gennaio 2002 - è una struttura sanitaria privata confessionale, convenzionata con il Ministero della Sanità del Burkina Faso, che effettua la supervisione ed il controllo di tutte le sue attività. In base alla Convenzione, il “Saint Camille” costituisce la struttura di riferimento dei 16 Dispensari-Maternità (strutture sanitarie di primo livello) del Distretto Sanitario di Nanoro, che conta circa 140.000 abitanti. Ogni anno, il Centro registra più di 2.000 ricoveri ed effettua oltre 15.000 consultazioni esterne.

Lo stesso Ministero, lo ha catalogato come secondo miglior Distretto sanitario del Burkina Faso e certo può competere con parecchie strutture italiane. Perfettamente autonomo, con personale medico e paramedico che affianca i Padri Camilliani, il “Saint Camille” si avvale di numerose collaborazioni con Enti e Associazioni che periodicamente inviano volontari e materiali.

In tale ambito si inserisce ARTABAN Onlus, impegnata soprattutto nei settori della pediatria, dei bambini denutriti e sul fronte dell’ottica e dell’oculistica. In questo campo, anzi, i suoi volontari sono stati tra gli ideatori e promotori del “Progetto vista”, contribuendo prima all’allestimento del laboratorio ottico-optometrico e dell’ambulatorio oculistico-chirurgico per interventi di cataratte, ed ora al suo mantenimento e funzionamento con missioni periodiche. Tutto ciò nell’ambito del programma volto ad accelerare l’eliminazione della cecità “evitabile e curabile”, secondo il Programma dal locale Ministero della Salute, denominato “Vision 2020, le droi à la vue”. Secondo stime ufficiali, infatti, l’incidenza della cecità è pari all’1,4% della popolazione burkinabé, corrispondente a circa 196.000 ciechi, prevalentemente di zone rurali.

La collaborazione è garantita anche dalla decennale frequentazione ed amicizia con il religioso camilliano Fr. Dieudonné Sorgho, succeduto a padre Gilbert nel 2007 e tornato ora alla direzione, dopo un breve mandato presso la Casa Generalizia di Roma, come consultore per le missioni. A lui è demandata la gestione amministrativa, umana e logistica. L’equipe sanitaria del CMA è formata da circa 110 membri, tra religiosi Camilliani (medici ed infermieri professionali), suore e laici.

Per contribuire a procurare nuova linfa e nuove professionalità, in accordo con la Direzione dell’ospedale, ARTABAN Onlus è sempre alla ricerca di volontari che si alternino per periodi più o meno lunghi, interessati ad una esperienza in Africa (Burkina Faso, Mali e Costa d’Avorio) tanto coinvolgente quanto gratificante. Le specialità mediche ricercate spaziano in tutti i settori, non solo in quelli già citati. Per comprendere le figure professionali che possono servire, basti sapere che l’ospedale è dotato dei reparti di Medicina, Ostetricia e Ginecologia, Chirurgia, Pediatria, Pronto Soccorso, CREN (Centro di recupero nutrizionale per i bambini denutriti, con annesso Centro di formazione delle mamme), Radiologia, Gastro-enterologia, Laboratorio di Analisi, Farmacia, Centro di controllo ambulatoriale HIV/AIDS, Centro di Diagnosi e Trattamento dei malati di tubercolosi e lebbra.

Al contempo, ARTABAN Onlus interviene nella vita del villaggio, sostenendo micro-progetti proposti di volta in volta dai Fratelli della Sacra Famiglia o dalle Suore che operano sul territorio.

 approfondimento  

 Per contribuire a queste iniziative, potete utilizzare il link “Donate” del sito, oppure effettuare un bonifico su uno dei conti correnti intestati ad Artaban Onlus, indicando nella causale “Erogazione liberale pro Nanoro”. Eventuali volontari (medici, paramedici, tecnici, artigiani, ecc.) possono compilare il modulo di adesione oppure contattarci inviando una mail allegando un breve curriculum.

 Modulo Adesione 

 




DOVE OPERIAMO


 BURKINA FASO 

  MALI 

 COSTA D'AVORIO 

 ECUADOR 

 PERU' 

 ITALIA 

DONAZIONI

ARTABAN

CONTATTO

Clicca qui sotto


oppure scrivi a:

info@artaban-onlus.org

SEGUICI